Caffè in borsa

[cml_media_alt id='249']Caffe.it - Il Caffè - Borsa[/cml_media_alt]Ogni anno, milioni di sacchi di caffè partono dai paesi produttori, per soddisfare i palati di milioni di consumatori residenti nei paesi dove, purtroppo, il caffè non crescerà mai. Il mercato del caffè è quindi un mercato mondiale dal volume di scambi enorme. A presiedere questo enorme via vai di chicchi è preposta L’Organizzazione Internazionale del caffè (ICO) cui aderiscono quasi tutti i paesi produttori e quasi tutti quelli consumatori. L’ICO opera per sviluppare il consumo di caffè nel mondo e per regolamentare il mercato. Il mercato del caffè avviene ogni giorno a Wall Street, Londra, Parigi, Le Havre. Esaminiamo in particolare le Borse americana ed inglese: la New York Coffee Sugar and Cocoa (Nycsc) che riguarda le quotazioni delle partite di arabica e la London Coffee terminal Market, relativa ai prezzi dei robusta.

Questi due centri sono regolati da norme che si ispirano agli standard di classificazione del prodotto.

Alle borse di New York e Londra, pervengono descrizioni così particolareggiate delle singole partite di caffè che è possibile stimarne con precisione il valore.

Tutte le caratteristiche del caffè vengono trasmesse in codici, sigle e numeri ai quali corrispondono: la specie botanica, la provenienza, talvolta il porto d’imbarco, l’altitudine della piantagione, il metodo di raccolta, l’annata, la forma, il calibro, il colore, la durezza e i difetti. Essendo spesso confinanti i paesi produttori, si usa includere nei dati anche il modo di tostatura e la resa in tazza. Per esprimere la grandezza del seme si usa, per classificare i chicchi di Arabica: AA – A – B – C che definiscono le dimensioni in ordine decrescente, per i Robusta: I – II – III.

Ulteriori classificazioni determinano:

  • La durezza o densità dei semi:
    HB = Hard Bean – chicco duro / SHB = Stricly Hard Bean – chicco molto duro
  • Difetti (evidenziati con la numerazione da 2 a 6):
    • 2 fancy
    • 2/3 extra prime
    • 3/4 prime
    • 4/5 superior
    • 5/6 good
  • Crivello (calibro del seme):
    • Extra large bean;
    • Very large bean;
    • Large bean;
    • Bold Bean;
    • Good bean;
    • Medium bean;
    • Small bean;
  • Forma del chicco:
    • Flat (piatto e allungato);
    • Bourbon (arrotondato e convesso);
    • Caracolito (piccolo e rotondo);
    • Maragogype (grande);
  • Colore
  • Tipo di tostatura:
    • Fine roast;
    • Good to fine roast;
    • Good roast;

 

Quotazioni del caffè in borsa:

Londra New York Futures

L’Italia occupa un posto di notevole importanza nel mercato del caffè. Ogni anno importiamo circa 324.000 tonnellate di caffè verde (stima 2001 n.d.r.) metà di arabica e metà di robusta. Sempre in un anno esportiamo circa 3.800 tonnellate di caffè verso l’estero grazie al lavoro di ben 750 torrefattori presenti nel nostro Paese dove il 70% del consumo avviene tra le pareti domestiche, il 25% nei locali e la quota restante in ufficio. Nei bar il consumo arriva a 14 miliardi di tazzine!! Date queste cifre, è chiaro che il caffè in Italia è ben più che un fenomeno culturale.

In Francia si consumano circa 180 mila tonnellate di caffè all’anno e si predilige un caffè più lungo.

In Germania invece si preferisce un caffè a tostatura chiara e macinatura grossa.

Gli inglesi non solo prediligono il tè ma il caffè che bevono è di tipo solubile, sebbene si stia affermando l’espresso.
Anche in Finlandia il consumo del caffè supera la media: ogni finlandese consuma almeno kg. 12 di chicchi verdi e fanno attenzione alla qualità infatti le qualità provengono dal Kenia, dal Brasile, dalla Colombia, dal Guatemala, dal Costa Rica, dal Nicaragua e dal Messico.

In Giappone il caffè costa molto caro e generalmente trattano il Blue Mountain giamaicano. E’ tale la considerazione della popolazione verso la bevanda che il 1 ottobre è giorno di festa in onore del caffè. Comunque, il mercato dell’espresso è in continua crescita.

Questo sito utilizza i cookie affinchè l'utente abbia una migliore esperienza nell'utilizzo. Se continui a navigare nel sito stai dando il tuo consenso all'accettazione dei cookie e della nostra policy sui cookie.     ACCETTA